Chi siamo

Siamo credenti sinceri

“Dio tratta tutti alla stessa maniera: egli infatti ama tutti quelli che credono in lui e vivono secondo la sua volontà, senza guardare a quale popolo appartengono” – Atti 10:34,35, TILC.

Noi crediamo nel Dio Uno e Unico, il Dio d’Israele. “Egli è colui che ha fatto il mondo e tutto quello che esso contiene. Egli è il Signore del cielo e della terra” (Atti 17:24, TILC). “C’è chi parla di certe divinità del cielo e della terra; e di fatto ve ne sono molti di questi ‘dei’ e ‘signori’. Per noi invece vi è un solo Dio e Padre. Egli ha creato ogni cosa, ed è per lui che viviamo”. – 1Corinti 8:5,6, TILC.

Noi desideriamo vivere secondo la sua volontà. “Dinanzi a Dio sono giusti non quelli che ascoltano la Legge, ma quelli che la mettono in pratica”. – Rm 2:13, TILC.

Noi non ci riferiamo ad alcuna religione o setta. Crediamo anzi che tutte le religioni siano false. La religione – ogni religione – è il tentativo umano di raggiungere Dio. Il Dio Uno e Unico si è invece rivelato al genere umano. Non si tratta perciò di un movimento dal basso (umanità) verso l’alto (Divinità), ma di un movimento dall’Alto verso il basso: da Dio verso l’umanità. “Dio ha fatto tutto questo perché gli uomini lo cerchino e si sforzino di trovarlo, anche a tentoni, per poterlo incontrare. In realtà Dio non è lontano da ciascuno di noi. In lui infatti noi viviamo, ci muoviamo ed esistiamo”. – Atti 17:27,28, TILC.

Noi crediamo nella Sacra Scrittura, la Bibbia, la “parola” che Dio ci ha dato. “Tutto ciò che è scritto nella Bibbia è ispirato da Dio, e quindi è utile per insegnare la verità, per convincere, per correggere gli errori ed educare a vivere in modo giusto. E così ogni uomo di Dio può essere perfettamente pronto, ben preparato a compiere ogni opera buona”. – 2Timoteo 3:16,17, TILC.

Noi crediamo che “uno solo è Dio, e uno solo è il mediatore tra Dio e gli uomini: l’uomo Gesù Cristo”. – 1Timoteo 2:5, TILC.

Crediamo che “Dio, ora, non tiene più conto del tempo passato, quando gli uomini vivevano nell’ignoranza. Ora, egli rivolge un ordine agli uomini: che tutti dappertutto devono convertirsi”. –Atti 17:30, TILC.

Crediamo infine che sia Dio a chiamare le persone. “Il Signore conosce quelli che sono suoi” (2Timoteo 2:19, VR). Questo è tempo di raccolta, “la terra è pronta per la mietitura” (Apocalisse 14:15, TILC). È Dio che chiama. È Dio che apre la mente delle persone, proprio come accadde nel caso di Lidia: “Essa credeva in Dio e stava ad ascoltare. Il Signore l’aiutò a capire perché credesse [“le aprì pienamente il cuore affinché prestasse attenzione”, TNM]”. – Atti 16:14, TILC.

È Dio che chiama le persone. Egli fa di loro “una gente santa, un popolo che Dio si è acquistato”. Egli li chiama “dalle tenebre alla sua luce meravigliosa” (1Pietro 2:9), de tenebris in admirabile lumen (Vulgata).

Gianni Montefameglio

gianni-per-sitoIdeatore di questo sito è il dr. Gianni Montefameglio, che dopo gli studi classici ha seguito studi di psicologia e di filosofia, formandosi infine come biblista presso la Facoltà di Scienze Bibliche di Milano, diretta dal prof. Fausto Salvoni. Il dr. Montefameglio ha una laurea in Psicologia, una in Filosofia, una in Teologia e una in Scienze Bibliche. Da qualche anno si dedica con particolare attenzione al sostegno dell’introduzione del ministero delle donne nell’ambito del culto e all’elaborazione di una psicologia biblica utile alla vita quotidiana.

Questo sito è stato aperto per chi sinceramente vuole conoscere la Sacra Scrittura. Possono esserci diverse motivazioni per conoscere la Bibbia. Una persona può essere semplicemente curiosa, un’altra potrebbe voler ampliare la propria cultura, un’altra ancora forse desidera confrontare la Bibbia con le credenze e le dottrine della propria religione. Qui troverà di certo materiale di riflessione. Noi speriamo però che la motivazione sia quella di avvicinarsi alla parola scritta dell’unico vero Dio, per conoscere il nostro Creatore e il suo insegnamento, per ubbidirgli.

“Fate attenzione, oggi vi propongo la scelta tra vita e felicità da una parte, morte e sventura dall’altra. Per questo oggi vi ordino di amare il Signore, vostro Dio, di seguire la sua strada  e di osservare i suoi ordini, le sue leggi e le sue norme”. – Deuteronomio 30:15,16, TILC.

Questo sito si occupa esclusivamente di Sacra Scrittura. A chi l’approccia per la prima volta consigliamo di iniziare dalla sezione La Bibbia facile, in cui troverà notizie utili su cosa è la Bibbia, come è composta e suddivisa, da chi fu scritta, come ci è pervenuta e qual è il suo contenuto. Chi ha già una discreta conoscenza biblica può trovare nella sezione Studi biblici molti approfondimenti e anche preziosi elementi di ermeneutica (l’arte di interpretare gli scritti antichi). Quest’ultimo aspetto è fondamentale: la Bibbia è un libro scritto da ebrei per ebrei. Fu scritto in ebraico con mentalità ebraica. La sezione greca della Bibbia (il cosiddetto Nuovo Testamento) fu sì scritta in greco, ma pensata in ebraico. Leggere la Bibbia con la nostra attuale mentalità occidentale (derivata dalla cultura greca) rende spesso incomprensibile il testo biblico e fa prendere al lettore delle vere e proprie cantonate. La mentalità che permea la Bibbia è la mentalità ebraica, semitica e mediorientale. L’agnostico potrebbe forse iniziare dalla categoria Bibbia e scienza, che si trova nella sottosezione La Bibbia della sezione Studi biblici; qui troverà risposte, tra l’altro, al dilemma evoluzionismo-creazione.
Il credente troverà nel sito ampio materiale per conoscere meglio la Sacra Scrittura. Nella sottosezione Esegesi biblica della sezione Studi biblici troverà commenti e spiegazioni su singoli libri che compongono la Bibbia. Nelle altre categorie troverà accurate trattazioni su verità e dottrine bibliche. La sottosezione Yeshùa (Gesù), sempre nella sezione Studi biblici, tratta ampiamente della vita, dell’insegnamento e del ruolo di “Gesù” (il cui vero nome era Yeshùa). La sottosezione Israele contiene la storia del popolo ebraico e la trattazione del ruolo di Israele nel piano di Dio.
Noi non crediamo alla conoscenza biblica fine a se stessa. “La conoscenza fa insuperbire, l’amore soltanto fa crescere nella fede” (1Corinti 8:1, TILC). C’è quindi nel sito la sottosezione Spiritualità che tratta del vivere del credente, con studi anche di carattere psicologico. Siamo stati creati – uomini e donne – a immagine e somiglianza di Dio (Genesi 1:27); il nostro corpo, la nostra mente, i nostri istinti, tutto è stato voluto da Dio; è quindi importante anche trattare di psicologia dal punto di vista biblico. “Non son più io che vivo: è Cristo che vive in me. La vita che ora vivo in questo mondo la vivo per la fede nel Figlio di Dio che mi ha amato”. – Galati 2:20, TILC.
Non manca, infine, una sottosezione dedicata alla femminilità: La donna nella Bibbia. La sezione Facoltà Biblica è riservata a chi desidera formarsi come biblista a livello universitario. In questa sezione ci sono tutte le informazioni per conseguire il nostro diploma in Scienze Bibliche. Tutte le lezioni di tutti i corsi sono in rete e disponibili al pubblico.

“In fin dei conti, una sola cosa è importante: Credi in Dio e osserva i suoi comandamenti. Dio giudicherà tutto quel che facciamo, anche le azioni fatte in segreto”.  – Qohèlet (Ecclesiaste) 12:13,14, TILC.

Quale Bibbia usiamo

La Bibbia, la Sacra Scrittura autentica e vera, è una sola: quella dei testi originali in ebraico, aramaico e greco. Tutte le altre Bibbie – siano cattoliche, protestanti o dei Testimoni di Geova – sono delle traduzioni. Di per sé una traduzione è già un’interpretazione e tradurre è un po’ tradire. Ciascuna traduzione biblica ha pregi e difetti. Noi non privilegiamo una traduzione particolare, consapevoli che una migliore delle altre non esiste. Le citiamo quindi liberamente tutte. D’altra parte, una versione biblica di riferimento occorreva averla. Abbiamo scelto la Nuova Riveduta, non perché la reputiamo superiore alle altre, ma perché ci sembra un buon compromesso che può accontentare tutti: certamente molti protestanti, ma anche i cattolici e perfino di Testimoni di Geova, che la usavano prima di avere una traduzione propria. Se non altro, ha il pregio di non contenere gli scritti apocrifi, che al canone biblico non appartengono.

Incontri, riunioni e materiale cartaceo

Non organizziamo né incontri né riunioni. Non indirizziamo – né tantomeno siamo affiliati – ad alcuna confessione religiosa. Questo sito vuole essere semplicemente di aiuto a chi cerca una vita spirituale accettando l’Insegnamento di Dio rivelato nella Sacra Scrittura.  Non è disponibile materiale cartaceo del contenuto di questo sito. Tutti gli studi sono in rete e disponibili al pubblico.

Copyright ©

Tutti i documenti di questo sito possono essere scaricati, stampati e distribuiti liberamente, con l’unica condizione che ciò sia fatto gratuitamente. Non è consentito lucrare o trarre guadagno dalla distribuzione di nostro materiale. Ogni violazione in tal senso sarà perseguita a norma di legge. Coloro che ricevono copie distribuite non devono mai far fronte ad alcuna spesa. Nella Bibbia sta scritto: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”. – Mt 10:8.
Nel caso di distribuzione o di diffusione di nostri studi, sotto qualsiasi forma, va fornita l’intera copia del documento, senza alterazioni o manomissioni. Il nome della casa editrice e dei diritti d’autore (© copyright) devono essere inclusi. Nelle brevi citazioni di nostro materiale in articoli di critica e recensioni, va citata la fonte.